Scambi intracomunitari (INTRASTAT)
 

Nel 1993, con l'abolizione delle frontiere all'interno della Comunità Economica Europea e con l'inevitabile diminuzione delle attività per gli operatori doganali, Unisped ha sentito l'esigenza di offrire un ulteriore servizio ai suoi clienti, ovvero la compilazione dei modelli Intrastat, trasferendo le proprie conoscenze in materia doganale, nel settore degli scambi intracomunitari.

Il nuovo sistema che regola il traffico delle merci intracomunitarie è entrato in vigore a partire dal 1° Gennaio 1993, volto alla semplificazione degli scambi commerciali tra operatori economici ed ha comportato l'abolizione dei controlli doganali sui movimenti dei beni in circolazione all'interno della Comunità Europea.
Nel 1993 l'Europa Comunitaria comprendeva 12 Stati membri, nel 1995 si sono aggiunti altri due paesi e nel maggio 2004 hanno aderito all'Unione Europea altri 10 paesi dell'Europa dell'Est. Attualmente quindi i paesi sono: Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Germania, Grecia, Finlandia, Francia, Inghilterra, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Con D.M. del 20 dicembre 2006, il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha introdotto numerose novità nella compilazione e presentazione dei modelli Intrastat. Le nuove disposizioni si applicano agli elenchi riepilogativi aventi periodi di riferimento decorrenti dall'anno 2007.

Le modifiche e integrazioni al decreto 27 ottobre 2000 del Dipartimento delle Dogane e delle imposte indirette non si limitano al mero adeguamento dei modelli all'ingresso nella Unione Europea di Bulgaria e Romania, ma implicano rilevanti cambiamenti operativi e tecnici.

Cessioni Intracomunitarie
Tutti gli operatori economici italiani, possessori di partita IVA, che inviano le proprie merci ad altri soggetti, anche loro possessori di partita IVA, nella Comunità Europea, devono compilare le dichiarazioni INTRASTAT da presentare agli Uffici Doganali competenti. Dette dichiarazioni assolvono al compito del controllo delle merci sia a livello statico, che fiscale.

I modelli da presentare agli uffici doganali competenti sono: INTRA 1 (frontespizio), INTRA 1 bis (riepilogo delle operazioni interessate) e INTRA 1 ter (rettifiche).
Ai sensi dell'art. 1 del decreto ministreriale 20 dicembre 2006, la soglia fissata in 200.000 euro per la periodicità mensile dei modelli relativi alle cessioni intracomunitarie viene portata a 250.000 euro. I nuovi importi rilevanti ai fini della periodicità dei modelli sono i seguenti:

Importo Periodicità
fino a 40.000 euro annuale
oltre i 40.000 euro e fino a 250.000 euro trimestrale
oltre i 250.000 euro mensile

Acquisti Intracomunitari
Tutti i soggetti passivi IVA italiani, che ricevono merci da altri soggetti economici comunitari, anche loro possessori di partita IVA, devono compilare le dichiarazioni INTRASTAT da presentare agli Uffici Doganali competenti. Dette dichiarazioni assolvono al compito del controllo delle merci sia a livello statistico, che fiscale.
I modelli da presentare sono: INTRA2 (frontespizio), INTRA2 bis (riepilogo delle operazioni interessate) e INTRA2 ter (rettifiche).

Ai sensi dell'art. 1 del decreto ministeriale 20 dicembre 2006, la soglia relativa agli acquisti intracomunitari viene innalzata da 150.000 a 180.000 euro.
I nuovi importi rilevanti ai fini della periodicità dei modelli sono i seguenti:

Importo Periodicità
fino a 180.000 euro annuale
oltre i 180.000 euro mensile
 
UNISPED S.R.L. - ORBASSANO (TO) - P.IVA 02972080010 - PHONE +39.011.397.58.95 - MAIL: INFO@UNISPED.NET